Regionali, Emiliano: “Abbiamo vinto tutti insieme”. Referendum: vince il Sì

PUGLIA- Il presidente uscente Michele Emiliano, candidato del centrosinistra, si appresta a restare altri cinque anni alla presidenza della Regione. Le ultime proiezioni gli danno con il 46%  sul suo sfidante Raffaele Fitto, candidato del centrodestra, che avrebbe il 40,1%. Resta invece terza e molto distaccata con l’10,4% la candidata del M5S, Antonella Laricchia, che ha ostinatamente rifiutato un accordo con Emiliano. “E’ stato un gioco di squadra – ha detto Emiliano, sicuro della vittoria – qui non ha vinto nessuno da solo, abbiamo vinto tutti insieme e abbiamo dimostrato soprattutto all’Italia che la Puglia c’è, che la Puglia ce la fa e che oggi è ancora primavera ed è una primavera che appartiene a tutti coloro che hanno dato una mano”

Per le regionali ha votato il 56,43 per cento degli aventi diritto, ovvero il cinque per cento in più rispetto al 2015 in base ai dati del Viminale (pubblicati sulla piattaforma Eligendo). È ancora più alta l’affluenza che si registra per il referendum: in Puglia quasi il 61 per cento ha ritirato la scheda celeste (quella per il referendum, appunto).

Un referendum in cui ha avuto la meglio il Sì con oltre il 69%. Dalla prossima legislatura, dunque, i parlamentari passeranno da 945 a 600. I deputati scenderanno da 630 a 400, i senatori da 315 a 200. La riforma, infatti, modifica i tre articoli della Carta sul numero degli eletti: 56, 57 e 59. In pratica riduce il numero degli eletti tra Camera e Senato del 36,5%.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*