Passi avanti del Lecce di Corini. Apertura stadi: spinge pure la Lega B

Il tecnico del Lecce Eugenio Corini parla alla squadra
Ottica Salomi

LECCE – (t.d.g.) Altri passi avanti nel Lecce nelle due amichevoli disputate sabato pomeriggio al Via del Mare contro Nardò e Fasano entrambe compagini di Serie D. Dal mercato arriverà ancora qualche pedina per completare l’organico della squadra leccese. Intanto il tecnico Corini lavora con i giocatori a disposizione e pensa alla prima giornata di campionato, sabato prossimo contro il Pordenone al Via del Mare alle ore 14. Nella prima amichevole, vinta 2-0 contro il Nardò, Corini ha presentato Zuta sulla corsia destra di difesa. Il giocatore nato a Goteborg è un mancino, ma potrebbe “tamponare” a destra in attesa che Corini possa contare su un laterale destro poiché Benzar non è sicuro che resti in giallorosso. Sabato era in tribuna. Presto si saprà il suo futuro. A salire in cattedra nell’undici che ha affrontato il Nardò è stato Filippo Falco. Spinto da Corini è stato il principale ispiratore della manovra leccese e ha pure permesso a Majer di sbloccare la partita contro i granata. Altra buona impressione ha continuato a fare Listkowski. Il calciatore polacco si è allineato sul tridente offensivo con Falco e Coda. L’under 21 polacco sembra essersi inserito in fretta negli schemi dell’allenatore giallorosso, un giocatore che Corini potrà utilizzare sicuramente in più posizioni.

La squadra leccese ha cercato di mantenere l’ordine e l’equilibrio richiesti spesso da Corini ai suoi giocatori, consegne che i giallorossi devono cercare di rispettare sopratutto quando bisogna ostruire le linee di passaggio avversarie. Un altro “ordine” è quello di fare un pressing “alto”, esercizio che richiederà molto sacrificio, ma che avrà sicuramente la sua efficacia. Una presenza importante sarà quella di Coda. L’attaccante è rimasto a secco nella partita giocata contro il Nardò, ma è andato vicino al gol, fermato solo dalla traversa. Inoltre, è stato prezioso il lavorio per la squadra permettendo ai compagni di prendere posizione e attaccare le linee avversarie. A centrocampo Petriccione ha svolto come al solito il lavoro di organizzatore della manovra. Difficilmente Corini lo utilizzerà in altro ruolo e si vedrà quale posizione ritaglierà per Tachtsidis non appena sarà pronto. Bene pure Majer e Henderson, molto dinamico l’ex Verona.

STADI APERTI – Per il campionato è già iniziato il conto alla rovescia. Si debutta in casa contro il Pordenone in un Via del Mare che potrebbe aprire i suoi cancelli al pubblico dopo sei mesi. Il Governo ha dato il via libera agli stadi di Serie A, ma solo per mille spettatori. Stessa decisione potrebbe essere presa nei prossimi giorni per la Serie B, ma si spera che il numero di tifosi sugli spalti possa essere maggiore e in proporzione alla capienza dello stadio

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*