Paziente in tso dà in escandescenze, sfascia ambulanza e ferisce vigilessa

LECCE – L’ambulanza era intervenuta per un tso, un trattamento sanitario obbligatorio, per un giovane paziente. Ma questi, salito a bordo dell’autoambulanza autonomamente e in apparente tranquillità, ha dato in escandescenze.

È accaduto nel primo pomeriggio a Lecce. I sanitari sono stati costretti a fermare l’ambulanza in piazza Argento, nei pressi della questura: l’uomo, alto e robusto, li ha aggrediti, ha staccato una sponta di ferro dalla lettiga e l’ha usata come arma. È sceso dal mezzo nel fuggi fuggi generale, ha sfasciato il finestrino dell’auto medica che seguiva l’ambulanza. È intervenuta una pattuglia della Polizia locale e gli agenti hanno usato due bombolette di spray al peperoncino contro l’aggressore, che però sembrava totalmente indifferente alla sostanza urticante. Che invece ha fatto effetto su un autista SGM, che si era fermato per dare manforte e invece ha rimediato una spruzzata “di striscio”, che gli ha irritato gli occhi. Intanto il paziente, fuori di sé, ha inseguito una vigilessa e l’ha colpita con la spondina alle spalle. L’intervento di altri colleghi, insieme a quello dei poliziotti nel frattempo chiamati a intervenire, ha finalmente bloccato l’uomo, che è stato accompagnato in ospedale. Anche la vigilessa ha dovuto ricorrere alle cure mediche.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*