Dissequestrato il Quartiere Latino, i legali: “Resta un grave danno economico”

SALENTO- Il Giudice per le indagini preliminari, la dott.ssa Proto, non ha convalidato il sequestro disposto il 5 agosto del Quartiere Latino.  Come sottolineano i legali Palamà e Mormandi, “dal 1987 questo locale  ha proseguito la sua attività senza mai incorrere in provvedimenti amministrativi di revoca, sospensione o interdizione. Nel 1994 la Commissione Provinciale di vigilanza sui locali di pubblico spettacolo, ha anche rinnovato il parere favorevole all’idoneità e agibilità nei termini previsti. Un’agibilità questa tuttora valida non essendo stati modificati nel corso degli anni la struttura e gli impianti. Eppure il sequestro dei giorni scorsi -continuano gli avvocati-  si fonda sul fatto che proprio tale parere non era stato rinnovato, ma si tratta di una interpretazione operata dall’Ufficio SUAP che non è stata preceduta nè da una formale revoca dell’agibilità nè da una altrettanto formale contestazione della sua idoneità al rinnovo dell’annuale licenza. Detto ciò -concludono- questa situazione ha generato un grave danno economico alla società che ha investito ingenti somme di denaro per la stagione estiva, ma di questo se ne discuterà nelle sedi opportune”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*