Disastro incendiario nella zona La Reggia di Galatone: si sospetta il dolo

GALATONE- “Il disastro incendiario nella Zona La Reggia di Galatone, purtroppo, ha origini quasi certamente dolose. E un fatto che puntualmente ogni anno, si ripete. Dopo il periodo estivo però, ci si dimentica tutti di quella ZONA e quindi nessuno si preoccupa degli inerti che vengono depositati, dei rifiuti che abbandonano gli incivili e quant’altro”. Lo scrive in una nota il direttivo Mrs di Galatone Giuseppe Gabrieli, Luisa Milelli e Antonio Migali.

“Però, quando poi, torna a ripetersi l’evento distruttivo del fuoco, TUTTI pronti a gridare “AL LUPO, AL LUPO“ facendo passare però ad altri le responsabilità che forse sono PROPRIE.

Da TEMPO, i rappresentanti del MOVIMENTO REGIONE SALENTO, chiedono la realizzazione dello STRUMENTO URBANISTICO ( PUG) ed anche , IL PIANO COSTE che, se fosse stato realizzato nel tempo, (a prescindere dalle AMMINISTRAZIONI che si sono succedute) certamente, quella ZONA sarebbe entrata ad essere salvaguardata.

Mentre adesso, è una landa desolata. L’inferno di fuoco che si è ripetuto per l’ennesimo anno in quella zona, è INCALCOLABILE nel danno, però al di là degli allarmi che vengono lanciati in quel momento, la GUARDIANIA, LA RIFORESTAZIONE, LA SICUREZZA CON TELECAMERE TRAPPOLA e quant’altro può essere usato per la salvaguardia della “ZONA LA REGGIA“, cade tutto, nel dimenticatoio.

Anche se vengono emesse delle “ORDINANZE SINDACALI “ le stesse però, non trovano efficacia perché, manca una adeguata prevenzione antincendio oppure, una obbligatoria manutenzione dei fondi privati.

La mancata salvaguardia della biodiversità, è un danno per TUTTI NOI e tutto ciò, ci getta nel totale sconcerto perché, chi dovrebbe, non agisce, chi ha il DOVERE, non provvede e la stragrande maggioranza della POPOLAZIONE, subisce le conseguenze ambientali , paesaggistiche e distruttive.Siamo veramente stanchi dei giochi di “PALAZZO” che hanno impedito e continuano ad impedire la tutela dell’ambiente e dei CITTADINI che ormai STUFI, disertano volutamente le URNE ingrassando sempre di più, il partito degli astenuti.

Il Direttivo del MOVIMENTO REGIONE SALENTO DI GALATONE, invita tutti i TECNICI – PRATICANTI E NON – e TUTTE le AZIENDE DEL SETTORE, ad ALZARE LA VOCE e rivendicare quanto la CITTA’ aspetta ormai da anni. Il direttivo del MOVIMENTO REGIONE SALENTO dice BASTA .-concludono-  ADESSO LA MISURA E’COLMA. AMMINISTRATORI PROVVEDETE, FATE IN FRETTA PERCHE’, NON SI PUO’ PIU’ ASPETTARE”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*