Esplosione nella fabbrica di fuochi d’artificio: una condanna e due assoluzioni

ARNESANO- Una condanna e due assoluzioni in merito alla vicenda sull’esplosione  nella fabbrica di fuochi d’artificio avvenuta ad Arnesano nel novembre del 2018.  Dario Cosma, 50 anni, di Monteroni, titolare dell’azienda, è stato condannato a 2 anni e 4 mesi di reclusione così come disposto dal gup Michele Toriello, al termine del processo che si è celebrato con il rito abbreviato per la morte del figlio Gabriele, di soli 19 anni. Assolti invece Gianluca Cosma e Andrea Cosma, entrambi 45enni, tutti di Monteroni, accusati di omicidio colposo.

Nella tragedia, ricordiamo, perse  la vita oltre al figlio di uno dei titolari anche l’operaio Gianni Rizzo, 43 anni, di Carmiano

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*