A pesca di ricci in area marina protetta: denunciati in due

PORTO CESAREO – Nel corso della mattinata odierna la Guardia Costiera di Gallipoli ha effettuato un intervento congiunto mare-terra, al fine di reprimere gli illeciti all’interno dell’Area Marina Protetta di Porto Cesareo.
In particolare, alle prime luci dell’alba, nei pressi della penisola de La Strea, sono stati individuati due pescatori di frodo, dei quali uno in immersione con una bombola.
A bordo del natante intercettato sono state rinvenute alcune ceste contenenti il frutto della pesca illegalmente svolta all’interno della zona A dell’Area Marina protetta. I due pescatori di frodo sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria per pesca in area tutelata ed i ricci, sottoposti a sequestro, nel numero di 300 circa, sono stati rigettati in mare, in quanto ancora vivi e vitali, arginando in tal modo ulteriori danni al delicato ecosistema marino.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*