Liverani: “Vogliamo un risultato positivo per metterci in carreggiata”

LECCE – La terzultima in classifica, il Lecce, e la seconda, la Lazio, si incontrano al “Via del Mare” per la 31esima giornata di serie A. Una sfida importante per i giallorossi: lo sa bene Fabio Liverani che è consapevole del periodo nero. La sua squadra viene da sei sconfitte di fila e hanno perso tutte le tre sfide dalla ripresa, subendo 14 reti e con lo spauracchio della retrocessione sempre dietro l’angolo.

La squadra è viva e con il Sassuolo lo ha dimostrato, nonostante il risultato finale:  “Ci manca solo il risultato che ti regala il giusto entusiasmo per ripartire. Ci serve coraggio e autostima. Con il Sassuolo, squadra forte, abbiamo fatto una buona partita, ci manca solo la scintilla del risultato”.

La salvezza è ancora possibile e il Lecce deve vincere per la classifica e per il morale: “Tranne la Sampdoria che si è allontanata un po’, non è cambiato molto. Ci serve una vittoria per darci qualcosa in più. Tutto può ancora succedere, c’è ancora molta bagarre”.

Bisogna vincere gli scontri diretti e non solo, ma bisogna fare punti subito con qualsiasi avversario: “I punti bisogna cercare di farli con chiunque, ma giocando ogni tre giorni può succedere di tutto. Gli scontri diretti valgono doppio e questo è chiaro”.

La situazione infermeria inizia a cambiare: tra i convocati ci sono Majer, Dell’Orco, Deiola e Meccariello, ma l’emergenza è ancora viva. Non c’è Tachtsidis squalificato: “Siamo contenti che ritornano con il gruppo i primi quattro, ma c’è da verificare il minutaggio. Meccariello e Majer si sono allenati di più e hanno anche giocato. Per Lapadula ci vuole ancora qualche giorno. Sul virus di Rossettini ancora non abbiamo certezze, dobbiamo aspettare”.

La Lazio non è una squadra come tutte le altre per il tecnico romano, di cui è stato giocatore e capitano, ma ora si guarda al presente e bisogna fare punti con il Lecce: “La vivo come sempre, perchè sono 90’ in cui ognuno pensa al proprio bene. Rispettiamo la seconda della classe, una squadra che sta lottando per vincere lo scudetto. Sono molto forti, ma dentro al campo faremo il massimo per portare a casa il risultato”.

Un testacoda tra due squadre a cui servono punti fondamentali, seppure per motivazioni diverse: “Veniamo da due sconfitte, è vero, entrambe vogliamo ripartire per fare risultato. Noi, però, dobbiamo guardare solo a casa nostra e pensare alla nostra situazione”.

Con Simone Inzaghi c’è un rapporto professionale e umano  che dura da anni. “Con lui abbiamo più o meno la stessa età, abbiamo giocato sui campi e ora ci incontriamo da allenatori, motivo questo d’orgoglio. In campo si pensa solo al proprio bene e poi ci si vede, per il resto, fuori dal rettangolo verde”.

Il Lecce può vincere e perdere con tutte, questo lo ha già dimostrato sin dalla prima giornata di serie A: Possiamo fare tutto, dobbiamo fare una gara importante: di corsa, di gamba e di personalità. Dobbiamo fare tanto per portare via dei punti, questo lo sappiamo e ne siamo consapevoli”.

C. Tommasi

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*