Nubifragi e grandine. A Casarano strade come fiumi. In mare salvate decine di persone tra cui 5 bambini

SALENTO-Un’ondata di maltempo ha colpito il Salento, dal sud leccese sino a Taranto. Le nubi hanno cominciato ad addensarsi nel primo pomeriggio, poi in molti comuni si sono verificati veri e propri temporali, con pioggia, grandine e trombe d’aria. In molti comuni la situazione è diventata in pochi minuti critica e i residenti hanno avuto paura. A Casarano, un vero nubifragio. L’acqua ha invaso le strade e sollevato le auto. Casarano Parabita, Gallipoli e Leverano, i comuni più colpiti, sino alla costa adriatica. La pioggia e la grandine hanno colpito soprattutto le località vicine al mare, ma anche molti comuni dell’entroterra. Gran lavoro per le squadre dei vigili del fuoco che sono intervenuti per liberare alcuni automobilisti bloccati nei mezzi a causa dell’allagamento delle strade. Anche a Gallipoli forte grandinata con le nubi arrivate dal mare. Molte persone sono state sorprese al mare o in spiaggia. La guardia costiera di Gallipoli ha soccorso in mare diverse persone.Già nella tarda mattinata è stato effettuato un primo soccorso di un canoista in difficoltà a causa delle correnti marine nelle acque in località Torre Uluzzo, nel comune di Nardò. Invece nel primo pomeriggio, a causa del repentino cambiamento delle condizioni meteo marine tanti i diportisti colti di sorpresa dal maltempo. I militari sono riusciti ad intercettare una prima barca a vela e ad imbarcare le 10 persone presenti a bordo, tra le quali ben 5 bambini. Hanno anche effettuare le ricerche in mare di un bagnante, del quale non si avevano più notizie, che è stato poi ritrovato. Decine le chiamate per allagamenti di abitazioni e scantinati. Sono bastati pochi minuti e la grandine ha distrutto il lavoro di un anno intero nelle campagne con la perdita quasi totale del raccolto di ciliegie, delle mandorle, delle albicocche, con gravi danni ad ortaggi e patate e uva, come sottolinea Coldiretti. Le reti di copertura, con le coltivazioni in serra e con la manutenzione di terreni non sono bastate. I danni più gravi a Massafra e Martina Franca.

Casarano

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*