Ennesima goleada. Il Lecce cade anche con il Sassuolo: termina 4 a 2

REGGIO EMILIA – Sesta sconfitta consecutiva per il Lecce, ed ennesima goleada subita, al “Mapei Stadium” contro il Sassuolo nella 30 ^ giornata del campionato di serie A. Eppure dopo i primi 20 minuti di supremazia dei padroni di casa in cui matura il vantaggio di Caputo i giallorossi cambiamo ritmo e pareggiano con Lucioni e giocano un buon calcio. Nel secondo tempo però i ragazzi di De Zerbi dilagano, passano in vantaggio su rigore con Berardi, pareggia Mancosu sempre su rigore ma poi i neroverdi segnano due gol con Boga e Muldur che mettono il punto esclamativo sull’ennesima brutta serata per i giallorossi che non riescono più a ritrovarsi, complici anche le tante assenze per infortunio e martedì c’è già la sfida con la Lazio al Via del Mare.

PRIMO TEMPO De Zerbi con il suo 4-2-3-1 schiera Consigli; Müldür, Marlon Santos, Ferrari, Kyriakopoulos; Locatelli, Bourabia; Berardi, Traore, Boga; Caputo.

Liverani senza gli infortunati Meccariello, Rossettini, Lapadula, Deiola, Majer e Dell’Orco, inizialmente lascia in panchina Mancosu, Falco e Saponara torna alla difesa a 4 e manda in campo Gabriel; Donati, capitan Lucioni, Paz, Calderoni; Barak, Petriccione, Tachtsidis; Shakhov, Farias; Babacar.

Nei primi minuti il Sassuolo schiaccia il Lecce nella propria metà campo e al 5° minuto passa in vantaggio con Caputo che riceve palla si infila tra i due centrali e con un pallonetto supera Gabriel. Controllo in sala video: posizione regolare.

Fino al minuto 23 c’è una sola squadra in campo ed è quella di De Zerbi che palleggia e chiude gli spazi, non crea occasioni ma non subisce. Al 17° Ferrari su una punizione tocca la sfera di testa e impegna severamente Gabriel che si salva d’istinto col corpo.

Al 22° giallo per Babacar per un fallo su Locatelli.

Poi i salentini provano a cambiare passo e al 24° Farias prova ad imbastire un’azione facendo viaggiare Calderoni sulla sinistra che crossa in area e trova Petriccione che però si disimpegna male.

Il gol però è nell’aria e al primo tiro in porta al 27° pareggia i conti con Lucioni, che su corner battuto da Petriccione con tocco per Calderoni, batte Consigli: è uno spiovente perfetto quello del terzino giallorosso per il suo capitano.

Al 32° giallo per Caputo per fallo da dietro su Farias.

Al 34° Petriccione commette fallo su Kyriakopoulos e si becca il giallo.

Al 35° sinistro di Berardi dall’esterno ma Gabriel para senza problemi. Al 36° ci riprova Berardi ma la difesa giallorossa libera.

La partita si riequilibra e gli ospiti mettono paura ai neroverdi.

Dopo un minuto di recupero tutti nello spogliatoio.

SECONDO TEMPO – Il Sassuolo rientra con Djuricic al posto di Traore. E proprio l’ultimo entrato guadagna il cartellino giallo al 49° per un fallo su Donati.

Al 50° buona proposizione giallorossa con Farias che prova la conclusione dalla lunga distanza ma la sfera termina fuori.

Al 54° ammonito Marlon per un fallo su Shakhov.

Al 57° buona giocata di Locatelli che crossa dall’esterno ma Caputo non arriva sulla palla.

Al 57° cambio nel Sassuolo: dentro Peluso fuori Kyriakopoulos.

Al 62° l’episodio: Paz abbraccia in area su Ferrari ed è calcio di rigore, giallo per il difensore, batte Berardi che spiazza Gabriel e porta in vantaggio il Sassuolo.

Al 65° rigore per il Lecce: Babacar atterrato, l’arbitro concede la punizione dal limite ma salla sala video avvisano che è calcio di rigore.

Prima della battuta al 66° doppia sostituzione fuori Petriccione e Shakhov per Falco e Mancosu, ed è proprio il sardo ad andare sul dischetto ed implacabilmente la insacca, 11° gol per lui e pareggio.

È una partita completamente diversa rispetto al primo tempo, le squadre si sono allungate e cercano la vittoria entrambe. Botta e risposta e al 78° Boga riporta in vantaggio il Sassuolo dal limite.

I salentini però non si arrendono e si riversano in avanti ma è il Sassuolo a siglare il quarto gol con Muldur che si aggiusta la palla sul sinistro e batte Gabriel al minuto 84.

Doppio cambio per il Sassuolo all’84°: Fuori Muldur e Boga dentro Toljan e Magnanelli.

Al minuto 89° Barak ci prova ma Consigli para.

Al 90° giallo per Tachtsidis che era diffidato.

Sono 4 i minuti di recupero.

Nonostante i tentativi la squadra di Liverani esce dal Mapei Stadium con la sesta sconfitta consecutiva e rimane a 25 punti, il Sassuolo vola in zona Europa.

Il campionato dei salentini ha preso una brutta piega e se non si svolta urgentemente la retrocessione potrebbe essere l’epilogo peggiore.

IL TABELLINO

SASSUOLO – LECCE 4-2

SASSUOLO (4-2-3-1): Consigli; Müldür, Marlon Santos, Ferrari, Kyriakopoulos; Locatelli, Bourabia; Berardi (C), Traore (Djuricic), Boga (84° Magnanelli); Caputo. A disposizione: Pegolo, Magnanelli, Djuricic, Defrel, Peluso, Raspadori, Chiriches, Toljan, Haraslin, Magnani, Ghion, Aurelio. Allenatore: R. De Zerbi.

LECCE (4-3-2-1): Gabriel; Donati, Lucioni (C), Paz, Calderoni; Barak, Petriccione (66° Falco), Tachtsidis; Shakhov (66° Mancosu), Farias; Babacar. disposizione: Vigorito, Sava, Radicchio, Vera, Monterisi, Saponara, Rispoli, Colella, Maselli, Rimoli. Allenatore: F. Liverani

ARBITRO: sig. Davide Massa di Imperia.

ASSISTENTI: sig. Filippo Valeriani di Ravenna e sig. Marco Bresmes di Bergamo. IV UOMO sig. Antonio Rapuano di Rimini. n sala video (VAR) il sig. Daniele Chiffi di Padova e (AVAR) il sig. Giorgio Schenone di Genova.

AMMONITI: 22° Babacar (L), 32° Caputo (S), 34° Petriccione (L), Djuricic (S), 54° Marlon (S), 90° Tachtsidis

MARCATORI: 5° Caputo (S), 27° Lucioni (L), 63° Berardi (S) su rig., 67° Mancosu (L) su rig.. 78° Boga (S), 84° Muldur (S)

M.C.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*