Pagliaro: “Giù le mani dall’ospedale di San Cesario”

LECCE- “È paradossale dover discutere dell’ovvio ma di fronte all’inadeguatezza della politica regionale non si può tacere”. Lo scrive in una nota Paolo Pagliaro. “Quello che sta accadendo nel Salento, lo abbiamo già lamentato in ogni situazione per tutte le strutture, ma adesso parliamo nello specifico dell’Ospedale di San Cesario, è assurdo. Come si fa in un periodo in cui la curva epidemiologica -continua- è in forte calo e la Puglia è ormai Covid-free pensare di riconvertire l’Ospedale di San Cesario di Lecce in Centro Covid? Questa è una barzelletta, una battuta, cos’è? Ci spieghi la Regione cos’è? Prima di essere indebolito dalla superficiale politica della sinistra pugliese era uno dei poli di riferimento per questo territorio e adesso rischia addirittura il peggio. Sono dunque al fianco del Sindaco Fernando Coppola e del suo gruppo in questa battaglia per evitare la riconversione. Insieme ci batteremo in tutte le sedi opportune per fare in modo che non accada questo ennesimo scempio e dunque è giustissima la raccolta firme come primo step. Quello che sta rischiando di accadere a San Cesario è l’ennesimo esempio di confusione totale nel sistema sanitario regionale: ASL E REGIONE devono capire che sarebbe un danno non solo per San Cesario di Lecce ma anche per tutti i paesi limitrofi. L’Amministrazione Coppola merita rispetto -conclude- i cittadini meritano rispetto e devono avere la possibilità di curarsi nel loro territorio”.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*