Ore d’ansia per la 28enne scomparsa: un avvistamento a Gallipoli

NARDO’- A Nardò si vivono ore d’ansia: Gianna Broggio, 28 anni, moglie e madre di due figli di 8 e 3 anni è scomparsa martedì sera dalla sua abitazione, in un condominio della ex 167 .

Dopo aver cenato con la famiglia è uscita per buttare la spazzatura e non è più tornata. Con sé aveva il cellulare che risulta spento e il portafogli. Il marito ha denunciato la scomparsa ai carabinieri la mattina successiva, dopo un’intera notte durante la quale la donna, originaria di Brescia ma residente a Nardò da diversi anni, non si è fatta viva.  Ma una novità c’è: la titolare di un negozio d’abbigliamento di Gallipoli ha raccontato ai carabinieri di averla vista mercoledì pomeriggio. Gianna sarebbe entrata nel suo negozio ed avrebbe acquistato un capo. La titolare l’avrebbe riconosciuta perché il suo allontanamento, così come la sua foto, erano già di dominio pubblico. I carabinieri della compagnia di Gallipoli al comando del capitano Battaglia, stanno conducendo le indagini. L’hanno ascoltata e raccolto le sue dichiarazioni. La negoziante ha preferito non fermarla, ma ha poi chiamato i militari. Il marito e i familiari sono stati tutti ascoltati, così come diversi vicini di casa che hanno raccontato di averla vista uscire di casa con i mano i sacchi della spazzatura per poi allontanarsi a piedi.

Sono stati acquisiti anche i filmati delle telecamere che si trovano però non proprio vicine all’abitazione. Al momento non sono emersi elementi utili alle indagini. Sono in corso le ricerche da parte delle forze dell’ordine, così come da protocollo previsto dal Tavolo Tecnico che si è riunito in Prefettura. Gianna è alta 1 metro e 65, ha occhi e capelli castani. Il marito non riesce darsi una spiegazione e ha raccontato di non aver avuto litigi o motivi di screzio che potrebbero giustificare un allontanamento.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*