Liverani: “Il Sassuolo gioca bene a calcio. Salvezza possibile”

Fabio Liverani, allenatore del Lecce

LECCE – Altro giro altra corsa: nemmeno il tempo di rifiatare ed è già tempo di Sassuolo- Lecce. Gara difficile e molto delicata in chiave salvezza per i giallorossi: bisogna fare punti senza se e senza ma. Lo sa bene Fabio Liverani che presenta così il match del “Mapei Stadium. Fischio d’inizio alle ore 19:30 per la 30esima giornata, arbitra Massa di Imperia.

Si gioca ogni 72 ore e bisogna lasciarsi alle spalle il prima possibile le gare precedenti:”Bisogna vedere sempre il bicchiere mezzo pieno, dobbiamo giocare in campo e poi analizzare le gare in fretta. Bisogna essere positivi e guardare subito avanti. Possiamo vincere e perdere con tutti, questo lo sappiamo, ma sappiamo anche che abbiamo delle qualità. Non molleremo di un centimetro e faremo tutto il possibile per salvarci”.

La quota salvezza è più o meno sempre la stessa e tutto è ancora aperto:

Non lo so se si è abbassata, ma credo che fino a quando ci sono 3-4 punti di distacco dalle dirette concorrenti alla salvezza, la possibilità di salvarsi c’è, abbiamo le stesse possibilità di qualche giorno fa”.

Dell’Orco, Deiola e Majer sono ritornati in gruppo, ma non fanno parte della lista dei convocati: “Cristian manca da tanto tempo, perché ha avuto un’operazione, Deiola non si allena  da prima del lockdown, ma ha tanta voglia e questo mi piace molto di lui. Majer è quello più avanti di tutti”.

Allenarsi con i ritmi imposti dal protocollo è diventato quasi impossibile: “Cerchiamo di sopperire con delle sedute video, sul campo non c’è il tempo materiale per incidere. Per me, specialmente, non poter allenare e incidere sul campo è un limite grande, ma ci atteniamo al protocollo e al periodo”.

Sull’episodio Bonazzoli-Donati in Lecce-Samp, il tecnico romano commenta così: “Il Var per me è perfetto solo per il fuorigioco, per il resto va riveduto, sennò si creano delle disparità. Si deve migliorare sotto questo aspetto, non c’è nulla, invece, da dichiarare sul fuorigioco”.

La sfida con la squadra di Roberto De Zerbi presenta numerose insidie:

“Al Sassuolo vanno fatti i complimenti nella totalità di questo periodo, il primo anno ha rischiato la retrocessione e poi è arrivata una grandissima crescita sotto tutti i profili. Il loro allenatore è giovane ha belle idee ed è bravo. Squadra che mi piace molto, hanno un mix di giovani e giocatori esperti. Giocano a calcio ed è una squadra che mi piace guardare”.

Sulla formazione iniziale, come al solito, non si sbottona e c’è anche una motivazione:

“Più che nascondere gli undici iniziali bisogna capire chi è più in grado di giocare ed oggi pensare ad una formazione in anticipo è impensabile. Ritorna Lucioni dopo la squalifica e perdiamo Meccariello per un problema fisico. Deciderò domani chi sarà in grado di giocare”.

C. Tommasi

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*