Chiede aiuto ma il navigatore porta fuori strada i soccorritori. 54enne muore in casa

VERNOLE-La telefonata della donna sarebbe arrivata alle 2 meno 10 del mattino alla Guardia Medica di Vernole. Antonella De Giorgi, 54 anni, infermiera in una casa di riposo, chiedeva aiuto perché si stava sentendo male.  Il medico di turno si è subito messo in macchina per raggiungere via Carducci, dove la donna viveva, ma il navigatore, per un errore e perché a Vernole e nelle sue frazioni ci sono delle vie chiamate nello stesso modo, lo ha portato da tutt’altra parte: ad Acaya, facendolo arrivare davanti ad una casa disabitata. Ha chiamato il 118, per sapere se anche a loro fosse arrivata la chiamata della donna, e per chiedere un supporto, ma anche il 118 non è riuscito a trovare la strada giusta. Per questo è partita la telefonata ai carabinieri di Vernole che sono riusciti a rintracciare l’abitazione permettendo ai medici di entrare in casa. Troppo tardi però: la donna è stata trovata in casa priva di vita, riversa nel bagno.

Sulla vicenda, che ha lasciato l’amaro in bocca ai familiari, la Procura ha aperto un’indagine affidata ai carabinieri di Vernole. Il telefono della donna è stato sequestrato per capire a che ora abbia effettuato la prima chiamata e quanto tempo sia trascorso prima dell’arrivo dei soccorsi. Un buco, sembrerebbe, di oltre un’ora e mezzo, ma questo saranno le indagini a stabilirlo con certezza. La donna sarebbe morta d’infarto.

I familiari non hanno sporto denuncia, ma la Procura ha deciso comunque di capire come siano andati esattamente i fatti disponendo l’autopsia che sarà eseguita nelle prossime ore.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*