Liverani: “Contro la Samp partita determinante, non decisiva”. Anche Rossettini out

Fabio Liverani, 44 anni, guida il Lecce dal 2017

LECCE – (di Tonio De Giorgi) La corsa salvezza si accende con Lecce-Sampdoria, come nel 2011 quando i giallorossi arrivarono con cinque punti in più rispetto ai doriani. E a far festa furono pure i genoani per le disgrazie dei cugini. Oggi, invece, trema pure la sponda rossoblù. “Sarà una partita determinante, ma non deciderà nulla – dichiara Liverani alla vigilia della sfida con la squadra blucerchiata -, vincerà chi sbaglierà meno”. Il tecnico giallorosso Liverani dovrà rinunciare allo squalificato Lucioni, ma non ci sarà pure Rossettini che non si è ristabilito dall’attacco influenzale. Mai era capitata l’assenza contemporanea dei due centrali. “Le difficoltà non ci mollano – osserva -, ma ho fiducia in chi scenderà in campo. Hanno dimostrato il proprio valore e possono giocare, bene, questo tipo di gara. A Torino Paz e Vera mi sono piaciuti per certi aspetti, Paz era più a suo agio mentre Bryan, avendo giocato poco è calato”. Sulla linea difensiva l’argentino potrebbe fare coppia con Meccariello oppure Liverani potrebbe pensare a tre centrali con l’aggiunta di Donati e Rispoli e Calderoni esterni e con licenza di spingere. “Aspettiamo le ultime ore – spiega -, per avere una idea più chiara delle condizioni di tutti i giocatori. Donati potrebbe essere il terzo centrale o il laterale di destra”. A centrocampo Liverani valuta l’autonomia di Barak: il centrocampista è entrato in corsa contro la Juventus e fino a ieri mattina era in dubbio la sua permanenza in giallorosso. Poi l’accordo fra Lecce e Udinese. “Ma il giocatore non ha mai pensato di lasciare il Lecce – assicura -, fin dal primo giorno si è calato nel nostro progetto”. Forse contro la Sampdoria sarà in campo dall’inizio. Non è da escludere la conferma dello stesso centrocampo di Torino, con Petriccione, Tachtsidis e Mancosu. Mentre per l’attacco Liverani sta pensando a un tridente (se la difesa sarà a quattro) formato da Falco e Saponara con Babacar centrale. “Stiamo ritrovando ritmo, intensità, un certo tipo di gioco – osserva -, è evidente che ancora non siamo quelli pre lockdown, ma ci stiamo avvicinando a quegli standard. Dal Milan alla Juventus penso ci sia stata una crescita – sostiene -, le difficoltà ci sono per tutti, ma c’è chi li paga di più e chi di meno, o chi li paga all’inizio. Per noi il conto è stato salato, ma siamo ottimisti per questo mini mondiale o mini torneo, chiamatelo come preferite”. Il tecnico della Sampdoria Claudio Ranieri ha convocato per la trasferta di Lecce 24 giocatori. È rimasto a casa  Karol Linetty, fermato da un trauma contusivo al piede destro rimediato contro il Bologna. Assenti anche Lorenzo Tonelli, Alex Ferrari e Fabio Quagliarella, che sta recuperando dal problema muscolare al polpaccio destro. Intanto, in  considerazione dei dati registrati in Puglia nelle ultime settimane e della tendenza al Covid-free della curva epidemiologica, al fine di sensibilizzare le istituzioni nel voler favorire la riapertura al pubblico degli impianti sportivi, l’U.S. Lecce e la SSC Bari hanno redatto congiuntamente un documento indirizzato al Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, auspicando che l’Ente Regionale possa farsi portavoce in tal senso. L’iniziativa, comunque indipendente, si pone l’obiettivo di ridare la possibilità ai tifosi di poter tornare a vivere lo stadio al fianco della propria squadra nelle fasi finali della stagione in corso.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*