Maxi furto di angurie nei campi di Nardò: arrestati due brindisini con il carico nel furgone

NARDÒ – Nell’ultimo mese, le campagne neretine sono state interessate da un’escalation di furti di prodotti ortofrutticoli in danno di aziende agricole locali. Questa volta, alle 4 del mattino, gli agenti di polizia del commissariato di Nardò hanno arrestato in flagranza per FURTO AGGRAVATO due brindisini, Salvatore COLACI, 52 anni, di professione guardiano, e Damiano CARONE, 44 anni, entrambi già noti alle forze dell’ordine.

Diversi sopralluoghi erano stati disposti, proprio per frenare il fenomeno, negli appezzamenti di terreno colpiti, in particolare tra la S.P. 359 Nardò/Avetrana – la S.P. 112 Tarantina – la S.P. 115 Nardò/Leverano – con limite S.P. 21 Leverano/Sant’Isidoro (c.da Scianne e Pittuini).

Nella notte, poco prima dell’alba, gli agenti hanno intercettato un furgone Citroen Jamper di colore giallo con due persone a bordo. Non si sono fermati all’alt dei poliziotti, dunque è iniziato un inseguimento, conclusosi all’ingresso di Nardò.

All’interno del veicolo sono state trovate numerose angurie di grossa taglia appena raccolte dalla pianta, per un peso totale di circa 45 quintali. I due fermati, spontaneamente, hanno dichiarato di averle asportate da un terreno in località “Masseria Le Stanzie” in agro di Nardò, dove sono stati rinvenuti altri 20 quintali circa di angurie già recise dalla pianta e pronte per essere caricati sui mezzi.

Tutta la refurtiva è stata restituita al legittimo proprietario.

Entrambi gli arrestati sono stati anche denunciati per TENTATO FURTO AGGRAVATO di altri 50 quintali circa di angurie, presso un altro terreno in località “Castelli Sambiasi” di Nardò, commesso nella notte del 17 maggio.

 

 

 

 

 

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*