“Come due granelli di senape”, una storia d’amore lunga una vita spezzata dal covid

TORCHIAROLO – Nel nome di Pisso e Nina, è andata ieri sera in scena a Torchiarolo la prima presentazione ufficiale del libro “Come due granelli di senape”, la storia di due coniugi novantetreenni uniti da 87 anni, la cui vita, che ancora godeva di ottima salute, è stata strappata subdolamente dal Covid-19 nello scorso aprile. Ispirato dalla figlia, Mariella Miglietta, che ha lasciato il compito di scrivere ad Alessandro Romano, il libro ricostruisce i tasselli di due vite semplici eppure complesse, che rispecchiano il loro paese natale, Torchiarolo, e diventa lo specchio di un intero territorio, quello del Salento…. una terra lontana da tutto, che negli anni trenta li vide abbandonare ancora bambini la scuola, costretti a lavorare la terra, ritrovandosi avvolti nell’aura mistica e arcana di devozione autentica e di sortilegi praticati da tempi immemorabili, che ancora dominavano la vita delle comunità del tempo… ritroviamo una terra che si spopolava per la fame, ma che pure si rimboccò le maniche e con enorme spirito di sacrificio si risollevò, a partire dagli anni 50, donando alle generazioni successive una storia, come quella racchiusa in questo libro, che sa di speranza ed invita alla resistenza.

La serata, aperta con un minuto di silenzio per ricordare non solo Pisso e Nina ma tutte le vittime del Covid, è stata organizzata da Cuore Amico e ha previsto una quota delle vendite del libro da destinare ai bambini bisognosi del Salento. Vi hanno partecipato il presidente della onlus, Paolo Pagliaro, il sindaco di Torchiarolo Flavio Caretto, il parroco della chiesa madre don Gaetano Tornese, Roberta Marra di Edizioni Esperidi, e ovviamente Mariella Miglietta e l’autore Alessandro Romano. La serata è stata occasione anche per continuare la raccolta del salvadanaio di Cuore Amico, per incentivare la quale sono stati venduti dei biglietti per l’estrazione di alcuni premi messi a disposizone dall’associazione.

Il libro presenta anche una lunga galleria fotografica, una storia visiva della famiglia e del paese, ed ha una versione in inglese per presentarsi anche al resto del mondo. Perchè, come recita il suo titolo, tratto da una delle più belle parabole lasciateci da Gesù, se il granello di senape cade fuori dal solco resta sterile, ma se cade nella terra, muore, e produce molto frutto. Così la vita di Pisso e Nina, ricolma di valori antichi come il mondo e solidi come la roccia, può continuare a produrre amore tutto intorno al loro esempio.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*