Operazione “Gipsy Fuel”, sgominato traffico illecito di carburante agricolo

TARANTO – Sono in tutto 14 i soggetti indagati, due in carcere, 11 ai domiciliari mentre per un altro indagato è stato disposto l’obbligo di dimora. E’ il risulttao dell’operazione “Gipsy Fuel” portata a termine nelle scorse ore dagli uomini della Guardia di Finanza di Taranto su richiesta della Procura della Repubblica. Eseguito un sequestro preventivo di disponibilità finanziarie per 6 milioni e 700 mila euro. La lunga e complessa attività d’indagine ha portato alla luce un traffico di gasolio agricolo destinato ad usi diversi da quelli consentiti dalla legge.  I reati contestati ai soggetti coinvolti a vario titolo, sono quelli di associazione per delinquere finalizzata al falso, alla sottrazione di imposta e all’emissione di fatture per operazioni inesistenti.

L’attività illecita veniva perpetrata mediante l’approvvigionamento di ingenti quantitativi di gasolio agricolo (che sconta un’accisa agevolata) presso sei depositi commerciali compiacenti che facevano figurare le vendite a favore di soggetti aventi diritto utilizzando, a tale scopo, titoli autorizzativi (libretti UMA) artefatti e/o riconducibili a posizioni cessate oppure a titolari di aziende agricole del tutto ignari delle forniture oggetto di contestazione. Il gasolio veniva in realtà destinato a soggetti che ne facevano un uso non agevolato, per lo più autotrazione, per cui avrebbero dovuto pagare un’imposta ben maggiore. La commercializzazione avveniva attraverso l’allestimento di veri e propri distributori abusivi, privi non solo delle autorizzazioni amministrative, ma anche di ogni norma di sicurezza collocati nelle campagne dell’agro di Laterza. Sequestrate anche 12 autobotti utilizzate per il trasporto del gasolio.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*