La tragedia della piccola Luna. Travolta da un’auto muore sull’asfalto a 15 anni

LECCE- Una tragedia che ha sconvolto la città quella avvenuta domenica sera sul viale dello Stadio, una strada maledetta dove i mezzi sfrecciano ad alta velocità, dove gli incidenti avvenuti negli ultimi anni sono numerosi. Questa volta a perdere la vita la 15enne Luna Benedetto, studentessa del Palmieri, pronta con i suoi amici a festeggiare la fine della scuola, con l’estate davanti.

E invece, in un attimo, tutto si è fermato. Luna è stata travolta da un’auto mentre era in sella ad uno scooter guidato da un amico ed è morta sul colpo. In mano avevano le pizze appena ritirate per una cena tra amici organizzata a casa. L’incidente è avvenuto a pochi metri dall’abitazione, nelle vicinanze di via Rapolla, strada che i ragazzi stavano per imboccare quando la Megan con a bordo un ragazzo e una ragazza li ha travolti in pieno sbalzandoli sull’asfalto. Il corpo di Luna era a diversi metri di distanza, così come lo scooter. Nonostante l’immediato intervento del 118 e tutti i tentativi per rianimarla, la piccola Luna non ce l’ha fatta.

Grave il conducente dello scooter, suo coetaneo, trasportanto a sirene spiegate al Vito Fazzi con una serie di fratture. Ora è ricoverato in terapia intensiva in prognosi riservata.

L’uomo alla guida della Megane è stato accompagnato in ospedale sottoposto ai test alcolemici e tossicologici che hanno avuto esito negativo. La dinamica è affidata agli agenti della polizia locale di Lecce che hanno avviato le indagini. Luna, che ha una sorella gemella, è figlia di un noto avvocato leccese, Angelo Massimo Benedetto. Il professionista, che da qualche mese aveva raggiunto il Marocco per lavoro, era rimasto bloccato lì a causa del lock down. Ora con l’interessamento della Farnesina si sta cercando di farlo rientrare a casa.

Luna era una ragazzina allegra e piena di amici. Frequentava il liceo classico Palmieri e aveva appena concluso il primo anno. Amava la danza e faceva parte del corpo di ballo “Balletto del Sud”.

Sull’incidente è stato aperto un fascicolo dal pm di turno Alessandro Prontera. Per le indagini saranno fondamentali i video delle telecamere che potrebbero aver ripreso la scena e i testimoni dell’incidente. Importante potrebbe essere la presenza di una dash cam installata sulla Megan guidata dal 39enne. Il pm ha affidato l’incarico ad un consulente per esaminare le riprese e documentare esattamente il momento dello scontro frontale- laterale. Sul corpo della ragazza potrebbe essere eseguita l’autopsia.

 


 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*