Arcelor Mittal non fa entrare i commissari: salta l’ispezione negli impianti

TARANTO – I commissari di Ilva in amministrazione straordinaria fanno ingresso nello stabilimento siderurgico di Taranto, oggi gestito da Arcelor Mittal. Sono riusciti a varcare solo la prima soglia, però, perché poi è stato loro impedito di entrare. Avrebbero dovuto effettuare un’ispezione, così come richiesto dal prefetto di Taranto, Demetrio Martino, dopo che i sindacati gli avevano segnalato una serie di aspetti su cui far luce, riguardo alla manutenzione e all’impiego della forza lavoro. “La fabbrica è al minimo storico, non si fanno manutenzioni e temiamo per gli impianti” avevano detto i rappresentanti dei lavoratori, che in mattinata erano lì.

Ma ai commissari, che rappresentano al momento la proprietà, come detto non è stato consentito di entrare a ispezionare gli impianti.

L’azienda non sarebbe stata pronta, anche alla luce delle norme anti contagio da Covid, ad accogliere un gruppo di persone. E in una nota spiega: “Nella mattinata di oggi si sono presentati ai cancelli di ArcelorMittal di Taranto i commissari straordinari dell’ex Ilva per effettuare una visita ispettiva. Come già ripetutamente comunicato ai medesimi commissari, nella giornata di oggi sarebbe stato impossibile svolgere l’ispezione richiesta in quanto gli uffici aziendali sono chiusi in concomitanza con la festa nazionale di domani 2 giugno».

Ispezione rimandata, dunque.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*