Rsa “La Fontanella”, i gestori si difendono: “Certi del nostro operato”

SOLETO – Alla luce del procedimento regionale, la responsabile Federica Cantore e il legale rappresentante della Rsa “La Fontanella”, Monsignor Vittorio Matteo, si difendono. Lo fanno tramite i legali Michele e Giuseppe Bonsegna.

I gestori “prendono atto della portata delle gravissime affermazioni riportate nella narrativa del provvedimento in questione, che, però, già da ora, vibratamente contestano -scrivono gli avvocati- perché si tratta di affermazione in parte inesatte e non rispondenti al vero, almeno sino alla sera del 25 marzo, allorquando la gestione è passata alla Asl. Dunque si riservano di svolgere ogni possibile deduzione e difesa una volta avuto accesso alla documentazione allegata al fascicolo regionale, sulla quale si fonda l’istruttoria del procedimento.

Tengono inoltre a ribadire, con assoluta fermezza, di aver sempre operato nel rispetto della normativa nazionale e regionale e confidano di riuscire a dimostrare la costante correttezza del proprio operato nel dialogo con le Istituzioni, verso le quali continuano ad avere massima fiducia e di comprendere che l’apertura del procedimento di revoca appare, allo stato, come un atto dovuto”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*