La strage di Capaci e il ricordo di Costanza, sopravvissuto: “Fecero ammazzare Falcone perché voleva allestire l’ufficio a Palermo”

CAPACI – In un video che ha diffuso, parla Giuseppe Costanza, sopravvissuto alla strage di Capaci, di cui oggi ricorre il 28esimo anniversario. Era l’ “autista” di Falcone, ma quel giorno volle guidare il giudice. “Mi salvò la vita” dice. E poi si dice convinto che la strage fu commissionata perché Falcone sarebbe diventato, di lì a poco, il procuratore nazionale antimafia e che avrebbe istituito un ufficio a Palermo. Cosa che, secondo lui, fece paura a qualcuno.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*