Controlli anti-covid. Rifiutano di fornire le generalità: cinque ragazzi denunciati

LECCE- Cinque ragazzi di etnia rom residenti nel campo sosta Panareo sono stati denuncati dalla polizia dopo aver  cercato di sottrarsi ai controlli anti-covid, assumendo un atteggiamento ostile nei confronti degli agenti.

L’episodio poco dopo la mezzanotte di venerdi nella Galleria Mazzini a Lecce dove era stata segnalata la presenza di numerosi avventori. Gli agenti hanno effettivamente hanno riscontrato l’assembramento di molti giovani che consumavano bevande senza mantenere le distanze di sicurezza. Come previsto dalle misure di prevenzione anti covid-19, i poliziotti hanno proceduto con le identificazioni. Un gruppetto di ragazzi si è mostrato però molto contrariato. Ha assunto un atteggiamento di sfida nei confronti dei poliziotti contestandone l’autorità e rifiutando di fornire la proprie generalità. Il più grande, un 22enne rom, dopo aver urlato e minacciato un poliziotto, ha tentato di allontanarsi per sottrarsi al controllo, ma è stato bloccato. Anche gli altri quattro amici si sono rifiutati di fornire i loro nomi. Sono quindi stati bloccati e portati in Questura.

I cinque hanno tra i 18 e i 22 anni. Sono stati denunciati per rifiuto di formire le proprie generalità e a due di loro è stata contestata anche la resistenza e le minacce a pubblico ufficiale.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*