Fondo Integrazione Salariale, entro lunedì sbloccate tutte le pratiche

LECCE – Sono circa 900 le richieste avanzate all’Inps di Lecce per ottenere il FIS, Fondo di Integrazione Salariale. Questa misura apre a due possibilità. La prima: un assegno di solidarietà in favore dei lavoratori dipendenti di datori di lavoro che occupano mediamente più di cinque persone, compresi gli apprendisti, nel semestre precedente alla data di inizio delle sospensioni o delle riduzioni di orario di lavoro.

Seconda possibilità: l’assegno ordinario in favore dei lavoratori dipendenti di datori di lavoro che occupano mediamente più di quindici persone, compresi gli apprendisti, sempre nel semestre precedente la data di inizio delle sospensioni o delle riduzioni di orario di lavoro.

Ebbene in mattinata i dipendenti del bar della stazione di Lecce, ancora in attesa di percepire il fondo da più di 2 mesi, hanno manifestato alle porte della sede INPS di Lecce, in viale Marche. Dopo un colloquio tra l’ente e i segretari provinciali di UGL e Cgil, si è trovata la quadra complessiva: entro lunedì – spiegano sindacalisti e direttore dell’INPS – il sussidio sarà erogato per i lavoratori in protesta, così come per tutte le restanti pratiche, circa 300 a fronte delle 900 complessive.

E.F.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*