Il Consiglio dei Ministri ha deciso: si vota in autunno

SALENTO – Per la definizione delle date bisognerà aspettare il prossimo Decreto legge ‘Disposizioni urgenti in materia di consultazioni elettorali per l’anno 2020′. Intanto, dal Consiglio dei Ministri è arrivata la conferma che le prossime elezioni regionali e comunali si terranno, come avevamo anticipato, in autunno, tra la metà di settembre e la metà di dicembre. Sono sette le regioni chiamate al voto per rinnovare le giunte: Puglia, Veneto, Liguria, Campania, Toscana, Marche e Valle d’Aosta. Michele Emiliano, di nuovo candidato governatore, come gli altri presidenti resterà in carica fino al 31 agosto.

Mille, invece, i comuni che andranno alle urne. Nel Salento, in provincia di Lecce si vota a Arnesano, Calimera, Corigliano d’Otranto, Cutrofiano, Gagliano del Capo, Maglie, Martano, Melpignano, Monteroni, Neviano, Porto Cesareo, per la prima volta nel nuovo Comune unico di Presicce-Acquarica, Racale, San Pietro in Lama, Sogliano Cavour, Surbo, Uggiano La Chiesa e Veglie;

in provincia di Brindisi si vota per il rinnovo delle amministrazioni comunali di Ceglie Messapica, Erchie, Latiano e San Vito dei Normanni;

in provincia di Taranto vanno alle urne Manduria e Montemesola.

Ovviamente, se l’emergenza sanitaria dovuta al Covid dovesse continuare, le consultazioni potranno essere ulteriormente rinviate.

Michele Emiliano, con gli omologhi Vincenzo De Luca, Giovanni Toti e Luca Zaia, presidenti della Regioni Campania, Liguria e Veneto, non prendono bene la scelta del Governo di scartare l’ipotesi elezioni a luglio. “Ribadiamo la necessità di garantire agli elettori l’inalienabile diritto ad esprimersi nel tempo più rapido possibile, compatibilmente con l’andamento della epidemia. Pertanto, ritenendo, per quanto è possibile prevedere oggi, l’estate sia la stagione più sicura dal punto di vista epidemiologico, ribadiamo ulteriormente la necessità di allargare la finestra di voto, come da noi richiesto, al mese di luglio”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*