Ha “fretta di fare la spesa” e non si ferma all’alt della polizia: leccese nei guai

LECCE- Non si ferma al posto di blocco in piazza Italia, ma viene raggiunto dalla pattuglia in viale Gallipoli, che gli contesta l’art. 192 del CDS. È successo questa mattina durante la consueta attività di controllo del territorio svolta dalle pattuglie della polizia locale per il rispetto delle norme anti COVID-19. L’uomo, leccese, richiesto dell’autocertificazione, ha dichiarato che aveva fretta di andare a fare la spesa. L’ammontare della sanzione per non essersi fermato all’alt è rimesso alla valutazione della Prefettura. In giornata sono stati contestati anche 3 sanzioni per spostamenti non consentiti dai DPCM in vigore per il contenimento della pandemia e raccolte 198 autocertificazioni:

– ad un uomo che non era in grado di fornire valida motivazione allo spostamento;

– una donna leccese, fermata sulla SP 364 Lecce-San Cataldo diretta a casa di un’amica;

– ad un uomo di Arnesano a Lecce per acquistare del vino.

Controllate anche 26 attività commerciali, tutte in regola con le prescritte misure di distanziamento sociale.

Al numero 0832.230049, del COC Centro Operativo Comunale di via Giurgola, i volontari della protezione civile hanno ricevuto 126 richieste , 23 per consegna di farmaci, 15 di generi alimentari e 88 per richieste di informazioni.

Sempre attivo il numero 360.1055312,m, dedicato alla comunità leccese di sordi e audiolesi. Le associazioni della Rete delle Povertà, grazie all’iniziativa di beneficenza“Lecce Solidale”, hanno consegnato 25 pacchi di generi di prima necessità.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*