Controlli anti-scampagnate a tappeto: decine di multe

SALENTO – Controlli anti-scampagnate e anti-tavolate quelli condotti, a tappetto dalle Forze dell’ordine nel giorno di Pasqua e pianificati per Pasquetta, perché tutti i sacrifici fatti sinora non siano vanificati.

L’emergenza Covid, è bene ricordarlo, non è ancora finita: per questo carabinieri, poliziotti e agenti di Polizia Locale vigilano sul rispetto delle regole con pattuglie in strada, nelle marine, sulle arterie in genere più frequentate e con controlli dall’alto attraverso i droni. Un primissimo bilancio, a fine domenica, parla di multe esemplari.

Nelle scorse ore, ad esempio, è costata cara l’uscita da casa, senza un valido motivo, a tre cittadini di Racale sanzionati per un importo complessivo di circa 2.500 euro. Gli agenti del Commissariato di Gallipoli li hanno fermati su due autovetture lungo la S.S. 215 verso Punta Pizzo. Una di queste trasportava un gommone. I tre non hanno saputo spiegare il motivo della loro uscita. Non solo: una delle auto aveva assicurazione scaduta e mancata revisione.

Gli stessi agenti, sempre in mattinata, hanno sanzionato un uomo, originario del brindisino, beccato sul lungomare Galileo Galilei di Gallipoli: era alla guida dell’autovettura, senza un valido motivo e per di più senza patente, perché revocata dal 2017. Al 44enne è stata elevata una sanzione pesantissima, pari a 5.100 euro per il reato di guida con patente revocata. Ritirato il libretto di circolazione, il veicolo è stato sottoposto a fermo amministrativo per tre mesi.

A Brindisi tre uomini sono stati pizzicati a passeggio, uno di loro addirittura in pieno centro, nonostante fossero tutti e tre ristretti ai domiciliari. Ad individuarli gli agenti della Squadra Mobile: sono stati arrestati per il reato di evasione e riaccompagnati nelle rispettive abitazioni dove continueranno a scontare la pena.

A Lecce la Polizia municipale già da sabato monitora dall’alto la città, le spiagge, l’entroterra da San Cataldo a Torre Rinalda, passando per Frigole, Torre Chianca e Spiaggiabella, individuando gente in giro. Questa domenica in campo 56 agenti, 3 ufficiali, tre droni (di cui uno messo a disposizione dalla Protezione Civile e uno dall’assessorato all’ambiente). Alle ore 18 erano state già collezionate 131 autocertificazione ed erano stati elevati già sette verbali, di cui 3 nelle marine: due persone ammiravano il mare, una faceva addirittura il bagno. Quattro le multe scattate a Lecce città: tutte per assenza di giustificazione adeguata. Tra i sanzionati un uomo che sosteneva di dover fare la spesa (nonostante le attività siano tutte chiuse con ordinanza regionale) e un’intera famiglia, beccata in auto e proveniente da Monteroni.

Ore intense di lavoro anche per gli agenti della Polizia Locale di Taranto. 6 le persone sanzionate nel week-end, 2 delle quali per aver raggiunto la spiaggia di Tramontone.

E.Fio

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*