Rsa di Soleto, muore un altro anziano positivo al Covid: è il terzo decesso

SOLETO- Sembra un incubo senza fine, al momento. Nella rsa La Fontanella di Soleto, nella notte, si è registrato il terzo decesso di un ospite positivo al Coronavirus. Si tratta di un anziano ultranovantenne di Martignano, spirato all’interno della struttura. Nelle ultime 24 ore sono decedute anche altre due persone, che, però, erano risultate negative ai tamponi: un uomo nel pomeriggio di sabato e una donna in mattinata, mentre veniva trasportata al Fazzi per una emorragia all’apparato digerente.

Dopo la morte della 95enne di Serrano, una settimana fa, la situazione continua a precipitare. Lo dicono i numeri: da due giorni, la mappa del Bollettino regionale ha colorato di rosso scuro il territorio di Soleto. Significa che i casi accertati possono arrivare fino a 50. Sono solo tre i Comuni leccesi in questa situazione, vale a dire il capoluogo, Copertino (dove c’è stato il focolaio importante dell’ospedale San Giuseppe) e, appunto, Soleto. Dove si registra, tuttavia, l’ennesimo, grave, cortocircuito comunicativo: al sindaco Graziano Vantaggiato sono stati notificati “solo” – si fa per dire – 31 casi positivi relativamente agli anziani della casa di riposo. Di questi, due deceduti, ora diventati tre; cinque ricoverati e 24 ospitati all’interno, ora scesi a 23. “Le comunicazioni con la Asl sono pessime. I miei dati ufficiali – dice il sindaco – si fermano al 24 marzo, ma ci possono essere risultati di tamponi che non conosco”. In effetti, non sono ancora stati notificati al Comune gli esiti dei test eseguiti il 25, 26 e 27 marzo.

C’è da precisare, poi, che i 31 positivi resi noti dal sindaco risultano già conteggiati nei bollettini ufficiali di venerdì e sabato della Regione, visto l’exploit di 38 e 24 casi in appena 48 ore e molti nuovi comuni coincidenti con quelli di residenza degli anziani.

Numeri che, ovviamente, non fanno stare affatto tranquilli i familiari, che pretendono di avere notizie sui propri congiunti. Molti hanno contattato il Comune di Soleto, che ha stilato una lista di famiglie richiamate dagli operatori all’interno della rsa, al momento gestita direttamente dalla Asl dopo il commissariamento della precedente società. “Chi vuole mettersi in contatto con La Fontanella – fa sapere il sindaco – può chiamare direttamente il centralino al numero 0836/663808 senza però ingolfarlo”.

Il lavoro, infatti, non è semplice neppure per gli operatori: al momento, il personale che ha sostituito quello precedente – tutto collocato in quarantena – è a regime, con almeno 12 oss, tre medici e diversi infermieri per turno. Così la rsa si è trasformata in pochi giorni in un reparto pre-Covid e in un reparto infettivi a tutti gli effetti.

 

t.c.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*