Covid, tra stress e insonnia. L’esperta: “Rispettiamo le regole ma stoppiamo la paura”

SALENTO- L’emergenza coronavirus, oltre a modificare le abitudini di vita di tutti i salentini, come del resto degli italiani, sta generando situazioni di stress, di ansia reattiva. C’è chi fa fatica ad addormentarsi, chi dorme male, chi magari si butta sul cibo per non pensare, chi fa prevenzione in maniera più accanita del dovuto. Per non parlare dei casi di aggressività o di fragilità estrema in rapido aumento, attraverso magari le crisi nervose via Social Network e la ricerca, di fronte all’incertezza, di una motivazione e di una soluzione rapida o di un ‘colpevole dell’isolamento’.

Su tutto gravano poi le paure dei singoli genitori, più o meno razionali, i timori per un futuro che appare incerto, la preoccupazione per famigliari, amici o conoscenti a rischio, che potrebbe solo danneggiare i più piccoli. I bambini infatti sono sensibilissimi nel cogliere le ansie dei grandi. Ma, secondo l’esperta Concetta Strafella, nonchè pedagogista e coach, in questo momento ciascun genitore dovrebbe mettersi accanto al proprio figlio e dargli coraggio, sostegno e soprattutto amore. “Non dobbiamo lasciarci sopraffare dalla paura- dice- dobbiamo sì rispettare le regole, ma bisogna iniziare ad andare oltre,  essere positivi e soprattutto grati anche delle piccole cose. E’ solo un periodo che, come esattamente tutti gli altri, passerà”.

Basta quindi tormentarsi,  bisogna stoppare una volta per tutte l’ansia e la paura, cercando di far scorrere coerenza tra mente e cuore. Solo così riusciremo a trovare in noi stessi quella forza e determinazione per affrontare   il presente,  guardando al futuro con più fiducia.

E.P.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*