Il Covid fa slittare le nozze: nella Diocesi di Lecce rinviati circa 33 Sì

LECCE- In questi giorni di per sé difficili, sono tante le coppie  costrette a rimandare le proprie nozze con tutte le conseguenze del caso (non solo emotive ma anche economiche). Nella Diocesi di Lecce, alla data del 9 marzo, risultano circa  33  i matrimoni, costretti a dover rinviare  per via del  decreto del Presidente del Consiglio anti coronavirus. Così, come stabilito, il Dpcm ha infatti sospeso fino a venerdì 3 aprile, sull’intero territorio nazionale “le cerimonie civili e religiose, come anche i funerali”.

Questo di certo non inciderà sulla burocrazia ecclesiastica. Infatti data l’emergenza i diversi documenti in possesso dei futuri  sposi continueranno ad avere validità.

Per quanto riguarda invece il problema economico, il  consiglio principe da parte degli esperti è quello  di posticipare le nozze e non di annullarle per non perdere tutti gli acconti già versati (e non abbandonare così anche a tutte le realtà coinvolte) e di pensare a una data “sicura” (per evitare un ulteriore slittamento).

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*