Covid-19, primo caso a Cavallino. Negativo il tampone sull’85enne di Merine

SALENTO- I casi accertati di Coronavirus nel Salento aumentano, così come mostra la mappa dei contagi diffusa nel bollettino quotidiano della Regione Puglia aggiornato alle 18 di ieri. I dati più allarmanti riguardano gli operatori sanitari: 25 al momento i contagiati e centinaia quelli sottoposti a tamponi, come conferma la Asl di Lecce: 12 casi nell’ospedale di Copertino, 7 al Vito Fazzi, 3 al Distretto di Lecce, 3 nell’ospedale di Gallipoli.  Tra i medici, c’è anche il direttore  di Chirurgia toracica del Vito Fazzi. In isolamento anche personale di Ortopedia e Radioterapia.

A Cavallino si registra in queste ore il primo caso: si tratta di una donna. A comunicarlo è stato il sindaco Bruno Ciccarese sulla pagina Fb del comune.

E’ Copertino il comune più colpito, avendo subito le ripercussioni delle infezioni tra i sanitari dopo la positività di un anestesista, seguito da Lecce città, dove i contagi sono arrivati a 30. Nel comune di Calimera c’è un unico caso positivo: si tratta però di una donna da tempo in ospedale che ha contratto l’infezione probabilmente durante il ricovero. Salgono i casi anche a Soleto, tra pazienti e operatori della rsa Le Fontanelle, dove un’ospite di Serrano è deceduta nei giorni scorsi.  Non è positivo l’uomo di 85 anni di Merine sottoposto al tampone e rimandato a casa. Sotto osservazione la moglie di 81 anni. Secondo caso positivo anche a Castrì di Lecce: si tratta della collega dell’operatrice del call center risultata contagiata qualche giorno fa e con la quale condivideva il tragitto per andare a lavoro.

Positivo un uomo di Cursi che effettuava dialisi in un centro privato convenzionato nel comune idruntino ma non residente lì.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*