Via del Mare, Us Lecce colta di sorpresa per lo stadio aperto ai tifosi bergamaschi

LECCE- Nessuno ha risposto al preoccupato interrogativo dell’Us Lecce se svolgere  la partita con l’Atalanta, al via del Mare, senza ospitare i tifosi di Bergamo. Lo fa sapere il presidente Saverio Sticchi Damiani, avendo interessato dal Presidente della Lega a quello dell’Atalanta, passando dal Prefetto al Questore  sino al Sindaco di Lecce e al Presidente Emiliano. Nessuno ha risposto.

L’US Lecce, infatti, sorpresa che non vi fossero limitazioni all’arrivo di tifosi dalla Lombardia, per estremo scrupolo ha scritto una lettera inviandola con PEC al Presidente della Lega calcio Paolo Dal Pino, all’Atalanta calcio, al Prefetto di Lecce Maria Teresa Cucinotta, al Questore di Lecce Andrea Valentino, al Presidente della Regione Michele Emiliano e al Sindaco di Lecce Carlo Salvemini, chiedendo, “attesa la situazione di oggettiva incertezza derivante dall’evoluzione della situazione sanitaria e dell’eventuale emanazione di ulteriori provvedimenti da parte delle Autorità competenti,  di conoscere eventuali motivi ostativi alla regolare vendita dei tagliandi riservati alla tifoseria ospite”. Ma non avendo ricevuto risposta alcuna la società giallorossa ha dovuto mettere in vendita i tagliandi come da regolamento.

“Le società ospitanti- afferma il Presidente Saverio Sticchi Damiani– non possono far altro che adeguarsi alle disposizioni imposte. Noi abbiamo fatto tutto ciò che era necessario”,  pur se colti di sorpresa per questa scelta, visto la situazione sanitaria.

Ricordiamo, infatti,  che proprio nei giorni scorsi i Ministeri dello Sport, quello dell’Interno e quello della Salute hanno diramato il Decreto che vieta l’accesso ai tifosi negli stadi delle zone rosse:  Lombardia, Veneto, Piemonte, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna e Liguria, non in Puglia. Quindi a Lecce, nonostante i tentativi dell’Unione Sportiva, si giocherà a porte aperte.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*