“Prigionieri sulla nave sequestrata”, l’appello di un 19enne di Leverano

DAKAR-Matteo Muci, 19 anni, allievo ufficiale di coperta di Leverano, al primo imbarco per una borsa di studio per meriti scolastici ha raccontato la sua storia su Fb. È bloccato da un mese, insieme a tutto l’equipaggio a bordo della nave “Ro-Ro Grande Nigeria”, del Gruppo Grimaldi” nel porto di Dakar, capitale del Senegal. Il cargo è sotto sequestro dallo scorso giugno perché a bordo sono stati trovati 8 quintali di cocaina. L’equipaggio a cui appartiene Matteo non ha però nulla a che fare con il ritrovamento. La società armatrice infatti, alla notizia del sequestro, ha deciso di sostituirlo, inviando sulla nave persone nuove. I problemi sono sorti dopo che il nuovo equipaggio, durante delle manutenzioni della nave, ha rinvenuto altra droga. A quel punto le autorità locali hanno sequestrato i passaporti a tutti. Durante dei controlli sulla nave è stato proprio lo stesso nuovo equipaggio a rinvenire in dei sacchi neri altri 120 chili di droga, sempre cocaina. A quel punto le autorità locali hanno deciso di ritirare i passaporti impedendo a tutti di poter rientrare in Italia.

Il presidente del Consiglio regionale della Puglia, Mario Loizzo, ha chiesto in una nota inviata a Palazzo Chigi e alla Farnesina, l’interessamento del premier Conte e del ministro degli Esteri Di Maio, per il rientro immediato dei marittimi.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*