Operazione Final Blow, vincite pilotate al Bingo? La società smentisce

LECCE- Dalle carte dell’ordinanza Final Blow, operazione che ieri ha portato all’arresto di 72 persone, emerge come ci fosse il tentativo da parte di uno degli arrestati, Totti Pepe, di condizionare, in suo favore i risultati di giochi gestiti dal monopolio di stato cercando attraverso pressioni di ottenere agevolazioni nelle vincite per gli appartenenti al clan ed i loro familiari. Presunte vincite pilotate quindi, dalle quali Codere Italia, titolare della sala Bingo Ariston di Via Salvatore Trinchese a Lecce, si tira completamente fuori, dichiarando la propria totale estraneità alla vicenda.

“Le estrazioni delle giocate Bingo (ordinarie o periodiche come il Bingo Happy) – sostiene Codere Italia- non possono essere in alcun modo pilotate. Si ricorda inoltre che le cartelle vendute sono valide solo per le partite a cui si riferiscono e diventano eventualmente vincenti durante le estrazioni che vengono effettuate in tempo reale ed alla presenza di tutti i clienti presenti in sala. I sistemi di controllo messi in atto da ADM-Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, attraverso il partner tecnologico SOGEI, monitorano costantemente le estrazioni dei numeri e certificano la legalità dell’offerta di gioco. L’azienda esprime, inoltre, massima fiducia nell’operato del Direttore della sala e di tutti i dipendenti, che continuano a svolgere il loro lavoro in maniera professionale”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*