Papa Francesco, Bari pronta ad accoglierlo tra paura ed emozione

BARI – La paura per il diffondersi in Italia del Coronavirus, ha spinto diversi cittadini a chiedere, a mezzo Facebook, al sindaco di Bari, Antonio Decaro di annullare l’evento di domani, domenica 23 febbraio. Ma la paura per l’arrivo dei 50mila fedeli da ogni parte d’Italia non ferma la voglia di riabbracciare Papa Francesco. “Bisogna vincere la paura, al momento non ci sono indicazioni particolari dalle autorità sanitarie” ha replicato il sindaco confermando l’evento.

La macchina organizzativa va avanti. Da ora il centro di Bari è blindatissimo per consentire la massima sicurezza in vista dell’arrivo, domani, del Santo Padre, del presidente della Repubblica Sergio Mattarella e del premier Giuseppe Conte.

Enorme il palco allestito su corso Vittorio Emanuele, grandi anche i numeri che caratterizzano l’evento conclusivo di “Mediterraneo frontiera di pace”, promosso dalla Conferenza Episcopale italiana, che dal 19 febbraio scorso riunisce giornalmente i vescovi di 20 paesi per riflettere sulle problematiche e sulle prospettive della chiesa del Mediterraneo.

Accanto a Papa Francesco i 60 vescovi, 1000 volontari, 280 coristi, 500 sacerdoti e diaconi, 600 tra religiosi e religiose, 400 tv da tutto il mondo ma anche, e soprattutto, 50mila fedeli.

Il Papa atterrerà con l’elicottero sul piazzale Cristoforo Colombo intorno alle 8,15. Di qui si trasferirà, in auto, alla Basilica di San Nicola dove alle 8.30 terrà l’incontro con i vescovi del Mediterraneo. Al termine, Papa Francesco scenderà nella cripta per venerare le reliquie di san Nicola. Un saluto ai fedeli presenti all’esterno della basilica e poi di nuovo in auto per raggiungere Corso Vittorio Emanuele II. Alle 10:45 inizierà la celebrazione della messa e al termine l’Angelus. Alle 12,30 Papa Bergoglio tornerà in piazzale Colombo per ripartire per il Vaticano in elicottero.

I 60 vescovi, invece, pranzeranno in Fiera del Levante con migranti e detenuti.

ù

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*