Casa del Sorriso, la proposta Asl: centro polifunzionale

ZOLLINO- Sulla chiusura della struttura “Casa del Sorriso” in via Montello, a Zollino, a chiedere risposte, nei giorni scorsi, è stato il consigliere comunale Paolo Pellegrino, del Movimento Regione Salento. Lo stabile, che ha accolto un centro di riabilitazione diurna ormai chiuso da dicembre, ha un grande potenziale. Per questo il consigliere ha inteso chiedere delucidazioni sul futuro di quella struttura comunale fino ad ora gestita dalla Asl. Un appello duplice che il consigliere ha rivolto al direttore generale dell’azienda sanitaria, Rodolfo Rollo, e al sindaco di Zollino Edoardo Calò, affinchè insieme si potesse giungere ad un accordo a beneficio dell’intera comunità. Il primo cittadino ha, di conseguenza, replicato di aver già avanzato a gennaio una proposta ai vertici Asl per trasformare la struttura in un poliambulatorio.

Proposta, questa, alla quale il direttore generale Asl, interpellato dal Movimento Regione Salento, controbatte, schierandone un’altra: lì -spiega- si potrebbe pensare ad un centro polifunzionale territoriale, con al piano terra delle residenze sanitarie assistite. Ad oggi-aggiunge- gli ambulatori non servono: il servizio che offrono è di gran lunga ridotto rispetto alla proposta che ho avanzato e per di più hanno un costo maggiore.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*