Destinazione Salento: gli imprenditori “consegnano le loro chiavi” al sottosegretario

LECCE- Da una parte  c’e chi dice che il Salento è in continua crescita, dall’altra ci sono gli imprenditori sempre più in affanno che giorno dopo giorno hanno paura di dover chiudere la propria attività. Ma il desiderio di non mollare, di riuscire a giocare anche l l’ultima carta è più forte. Da qui la decisione di far sentire la propria voce, di presentare le loro problematiche e le loro richieste al prefetto Maria Teresa Cucinotta  e al Sottosegretario al turismo Lorenza Bonaccorsi, a cui hanno consegnato simbolicamente le chiavi delle imprese salentine.

Tutti all’unisono rappresentano una pagina importante per il Salento e le istituzioni lo sanno bene. Ecco perché si dicono pronte a sostenerli, sempre nel rispetto della legge… “C’è un Piano Turistico strategico -afferma il Sottosegretario- e lavoreremo su tre pilastri importanti ossia innovazione, accessibilità e sostenibilità, a vantaggio di territori  come quello salentino”. Ma alla domanda sull’alta capacità e l’alta velocità prevista ancora una volta fino a Bari e no fino a Lecce, ha risposto: “Che si deve tenere tutto insieme. Ma per quanto ci riguarda abbiamo in cantiere un progetto ambizioso, concernente le ferrovie turistiche per la valorizzazione del territorio“.

Da sottolineare, che a margine dell’incontro tra imprenditori balneari, Regione, Prefetto, il sottosegretario si è dimostrato disponibile a impegnarsi per il Sud, accendendo i riflettori su tre importanti novità attuate dal Governo e dal Mibact, ossia:

– proroga delle concessioni balneari fino al 2033 con una procedura corretta da farsi insieme all’Unione Europea per evitare l’infrazione;
– il possibile sblocco di 2 milioni di euro per la Francigena del Sud;
– un bando da 20 milioni di euro per l’infrastrutturazione dei Borghi del Meridione

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*