In manette per spaccio, denunciato per usura

OSTUNI – Era da tempo tenuto sotto controllo e nelle scorse ore è finito in manette per spaccio, in un’operazione congiunta , messa a segno dagli agenti del commissariato di Ostuni e dalla Squadra Mobile di Brindisi. Nei guai un 47enne del posto.
Nella sua abitazione sono stati rinvenuti oltre 120 gr. di hashish, materiale per il confezionamento delle dosi e una cospicua somma di denaro. Durante il controllo, gli agenti hanno trovato, nascosta sotto al letto una persona. Situazione che ha spintop i poliziotti ad ulteriori verifiche. Nella cucina sono stati trovati un panetto e una stecca di hashish, un bilancino elettronico di precisione, un coltello con lama intrisa di droga e una somma di danaro in diversi tagli. L’uomo che aveva tentato di nascondersi, lo scorso dicembre aveva ricevuto un prestito con l’accordo di restituire il danaro aumentato del 25% e con l’ulteriore trattenuta di alcuni monili in oro quali garanzia. Alla fine del mese di gennaio, il 47enne finito oggi in manette aveva iniziato a tartassare di messaggi di testo e audio la vittima minacciandolo di morte se non gli avesse restituito il denaro, nel frattempo aumentato. Non solo, alla vittima erano stati imposti altri 150 euro per ogni giorno di ritardo e comunicato che i gioielli dati in garanzia, non sarebbero stati più restituiti. Il 47enne è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio e denunciato a piede libero anche per i reati di usura e di ricettazione.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*