Prestiti con tassi usurai: condanna a 7 anni e 6 mesi per un imprenditore

TAVIANO- Un imprenditore immobiliare di Taviano, Alberto Trisolino, è stato condannato a 7 anni e 6 mesi di reclusione per usura. La sentenza è stata emessa oggi dal giudice Pietro Baffa al termine del processo che si è svolto nella seconda sezione collegiale. Il pm Massimiliano Carducci aveva chiesto una condanna a 9 anni. I fatti si sarebbero verificati tra il 203 e il 2011. Secondo l’accusa, le vittime dell’ usura avrebbero ricevuto da Trisolino una serie di prestiti con tassi di interesse fra il 28 ed il 241%. A denunciarlo fu una delle vittime, un imprenditore di Gallipoli.

Alberto Trisolino è difeso dagli avvocati Luigi Covella e Francesco Zompì, che hanno annunciato, una volta lette le motivazioni, ricorso in Appello. Nel 2013 la guardia di finanza, accertando una sproporzione tra il reddito dichiarato e i beni a lui riconducibili, aveva sequestrato all’uomo un patrimonio di 10 milioni e 400.000 euro, sequestro revocato successivamente dal Tribunale del Riesame.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*