LeccEcclesiae: primi 8 mesi proficui. Al via manutenzione sui beni ecclesiastici

LECCE- Promuovere e valorizzare parte dell’inestimabile patrimonio culturale della città di Lecce rendendolo fruibile tutti i giorni per l’intera giornata, garantire il rispetto dei luoghi e prendersi cura degli stessi assicurandone il decoro, contribuire alla manutenzione e al restauro dei beni culturali dell’Arcidiocesi di Lecce e contribuire a rendere il lavoro nel settore culturale non solo possibile per tanti giovani, ma mezzo di realizzazione professionale e personale. Nasce con questi obiettivi “LeccEcclesiae – alla scoperta del Barocco”, progetto promosso dalla Cooperativa sociale Artwork che nell’ambito della BIT di Milano, ha voluto tracciare un resoconto di questi primi otto mesi di attività.

Dallo scorso 13 maggio, infatti, attraverso un ticket, i turisti possono visitare il Duomo con la cripta, la Basilica di Santa Croce, la Chiesa di Santa Chiara, la Chiesa di San Matteo, il Palazzo dell’Antico Seminario con il chiostro, la cappella di San Gregorio e il Museo d’Arte Sacra . E stando ai primi dati, in questi otto mesi di progetto sono oltre 210 mila i visitatori che hanno acquistato il proprio ticket online, presso la biglietteria del Palazzo del Seminario oppure direttamente all’ingresso della Basilica di Santa Croce o della Chiesa di San Matteo.

Grazie a LeccEcclesiae, inoltre, gli amministratori della cooperativa ArtWork hanno già potuto destinare parte dei proventi alla Curia per interventi di manutenzione ordinaria e restauro dei beni ecclesiastici della città. Attraverso un’attenta attività di monitoraggio degli Uffici tecnici di Curia, sono già in cantiere alcuni interventi finalizzati a migliorare le condizioni strutturali degli edifici. Sono previsti interventi di messa in sicurezza degli ambiti interni ed esterni della Chiesa di Santa Maria della Grazia; lavori di manutenzione straordinaria delle coperture e delle linee di gronda della Chiesa del Carmine; il restauro del portone ligneo laterale e manutenzione ordinaria delle finiture interne della Chiesa di Santa Chiara e un contributo per le opere di manutenzione straordinaria con rifacimento dell’impianto di illuminazione della Basilica di Santa Croce.

“La Chiesa di Lecce – dichiara l’Arcivescovo di Lecce, Mons. Michele Seccia – grazie ai servizi offerti da LecceEcclesiae, assolve contemporaneamente a più impegni che vanno a vantaggio della collettività…come utilizzare una parte cospicua dei proventi che la cooperativa Art Work stanzia ad hoc per la manutenzione dei nostri monumenti barocchi. È questo il compito principale che come vescovo di questa città sento di avere: restituire al futuro, nel più decoroso dei modi, la ricchezza che è stata posta nella mia responsabilità di pastore”. “L’esperienza di questi primi 8 mesi ci ha già messo nelle condizioni di programmare alcuni interventi di manutenzione ordinaria – dichiara Mons. Antonio Montinaro, Vicario per l’Economia e l’Amministrazione dell’Arcidiocesi di Lecce – e di piccoli restauri, indispensabili e possibili proprio grazie ai proventi del progetto. La programmazione degli interventi, a seconda delle urgenze e delle necessità, è affidata agli uffici tecnici della Curia che monitorano i beni e ne conoscono la condizione”. “Siamo molto soddisfatti del lavoro svolto in questi mesi – dichiara il presidente di ArtWork, Paolo Babbo -. Ci auguriamo che i dati che raccogliamo ed elaboriamo quotidianamente possano essere utili a tutti coloro che si occupano d programmazione turistica. Il nostro obiettivo è di utilizzare questo bagaglio di conoscenze per migliorare l’esperienza di viaggio dei nostri ospiti, anche grazie alla collaborazione con gli altri operatori turistici, culturali ed economici della città e della regione”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*