Lecce, verso il nuovo regolamento Ztl

LECCE- Città in fermento e ricerca di confronto in vista del nuovo regolamento della Ztl, al momento al vaglio dei commissari, che prevede una modifica sugli orari dei varchi elettronici:nei giorni feriali le telecamere scatteranno alle 19 e non più alle 21.00, e saranno attive anche dalle 13 alle 15 con il centro che diventerà off limits agli automobilisti non in possesso dei permessi. Si tratta di un provvedimento temporaneo   che servirà a  giungere in tempi brevi all’estensione h 24. Nel frattempo, non appena il regolamento sarà approvato definitivamente, il libero  accesso nei varchi sarà consentito solo dalle 9 alle 12 e dalle 16 alle 19.

Ovviamente sarà garantito il libero accesso ai residenti, ai commercianti, artigiani  muniti di autorizzazione. Le operazioni di carico e scarico saranno invece regolamentate in determinati orari tra festivi e giorni feriali.  E ancora via libera  a medici, assistenti domiciliari, muniti di un solo veicolo. Disco verde a forze dell’ordine, istituzioni, enti pubblici,  ambulanze, vigili del fuoco, portavalori, raccolta rifiuti, gestori reti elettrica, digitale, gas, taxi e così via.

Approvato  inoltre in Giunta  il progetto di implementazione del sistema di rilevazione degli accessi alla zona a traffico limitato del centro storico della città. Gli 8 impianti esistenti  saranno sostituiti infatti con altre apparecchiature esteticamente meno invasive e con un sistema tecnologicamente più avanzato. Non solo, agli impianti già esistenti si aggiungeranno altri 12 varchi – previa approvazione da parte del Ministero dei Trasporti – per il controllo automatico degli ingressi a copertura totale della ZTL. Questo al fine di completare tutta la rete di accessi (vico Mondo Nuovo, vico dei Fieschi, via Matteotti, via Trinchese, via dei Mocenigo, via Biccari, via Maremonti, Porta San Biagio, via Bernardini, via De Argenteris, Porta Rudiae, piazzetta Arco di Trionfo).

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*