Presi i predatori di case in campagna e aziende agricole: uccisero un cagnolino

TARANTO – Almeno 23 i furti attribuiti alla banda di predatori di abitazioni rurali e aziende agricole, a Palagiano e dintorni: rubavano attrezzi agricoli, arnesi da lavoro e cospicue quantità di carburante. E, durante uno dei colpi, uccisero un cagnolino. Era un volpino e si chiamava Diego. Per questo i carabinieri della compagnia di Castellaneta hanno battezzato “San Diego” l’operazione con la quale, all’alba, hanno arrestato sei soggetti – tre condotti in carcere ( D.G.A. 34enne, A.M. 40enne e B.M. 40enne) e tre sottoposti agli arresti domiciliari ( C.R. 20enne, L.D. 30enne e P.V. 38enne), tutti di nazionalità italiana, residenti a Palagiano e gravati da precedenti di polizia. Sono ritenuti responsabili, a vario titolo, di “associazione per delinquere finalizzata alla consumazione di furti”, “ricettazione” e “uccisione di animali”. Le indagini dei militari hanno consentito di mettere in luce la struttura organica e l’operatività di un vero e proprio sodalizio. Nel corso delle indagini, i carabinieri hanno  arrestato in flagranza del reato di furto aggravato in abitazione tre delle persone colpite dall’ordinanza. Durante una perquisizione, eseguita a marzo scorso, hanno rinvenuto e sequestrato in un deposito in uso a un componente della banda, refurtiva di vario genere riconducibile ad alcuni furti in abitazioni rurali e aziende agricole (attrezzi agricoli, utensili da lavoro, un ciclomotore, tre frigoriferi, due aspirapolveri, un’idropulitrice e due gruppi elettrogeni). Accertato la responsabilità degli indagati in ordine a ben 23 episodi di furto e 18 di ricettazione, commessi in Palagianello, Castellaneta Marina, Palagiano e Massafra.

Durante gli arresti odierni, nelle abitazioni di due soggetti, sono stati rinvenuti e sottoposti a sequestro, perchè ritenuti di probabile provento di furto,  una smerigliatrice, un soffiatore per fogliame, due cassette con chiavi inglesi e combinate, due motoseghe a scoppio, tre gruppi elettrogeni, una lavastoviglie e un amplificatore.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*