Accoltellò il fratello dopo la lite per il cane di famiglia: condannato a due anni

PALMARIGGI – Una lite scoppiata per la gestione del cane di famiglia sfociò nel sangue: un fratello accoltellò l’altro, colpendolo in pieno torace e causandogli una grave ferita. Il pm aveva chiesto otto anni per tentato omicidio, ora è arrivata la condanna a due anni per lesioni. I fatti si svolsero ad agosto scorso a Palmariggi. Angelino De Pascalis, 40enne del posto, fu arrestato. Al culmine della lite con il fratello maggiore, 46enne, prese un coltello da cucina e lo colpì davanti alla loro madre. Il ferito finì in ospedale in prognosi riservata.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*