Tavolo CIS rinviato, il sindaco Melucci: “Ancora rinvii. Taranto vuole conoscere il proprio destino”

TARANTO- Nuovo rinvio per la riunione del Tavolo istituzionale permanente per Taranto prevista per venerdì. «Non abbiamo ricevuto né una motivazione, né una nuova data -spiega il sindaco Rinaldo Melucci- Siamo ormai a tre settimane  dalla coraggiosa visita a Taranto del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte nella Vigilia di Natale. Gli impegni che abbiamo sentito intorno al futuro dello stabilimento siderurgico e al cosiddetto Cantiere Taranto sono complessi da costruire, ne siamo consapevoli e continuiamo a garantire il nostro supporto al Governo». Ma «i piani trapelati ad oggi, veri o presunti che siano, sono poco convincenti – continua il sindaco – non sembrano garantire quella concreta virata indicata dall’Unione Europea e possibile nel quadro dei nuovi incentivi approvati a Bruxelles. Taranto vuole conoscere al più presto il proprio destino e concorrere a questa transizione. E’ inutile parlare di cantiere Taranto e fare vari slogan. Bisogna dare concretezza alle zioni che sono in campo da tempo». «Questo silenzio – aggiunge il sindaco – questo calo dell’attenzione, questa confusione sul CIS, questo far finta che tutto si risolverà banalmente in un accordo a porte chiuse, magari con obiettivi al ribasso per tutte le parti, rappresentano un grave errore del Governo, l’ennesimo sfregio alla dignità ed alle aspirazioni dei tarantini. Il Governo – conclude Melucci – non aspetti il prossimo incidente o il prossimo sciopero, non è detto che la corda prima o poi non si spezzi».

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*