Tabanelli passa al Frosinone: “Ho pianto salutando i miei compagni…”

Andrea Tabanelli, centrocampista US Lecce (foto P. Pinto)
Ottica Salomi

LECCE – Se ne va un altro pezzo di cuore della splendida cavalcata serie C – serie A del Lecce, Andrea Tabanelli lascia la società di Via Col. Costadura e passa al Frosinone che per lui ha messo su un vassoio d’argento un contratto di due anni e mezzo. Una proposta irrinunciabile e la scelta della società giallorossa di cederlo è stata naturale, ed il resto è formato già da ricordi indelebili diluiti in 54 presenze totali di cui 11 in serie C, 2 nella Supercoppa di C, 26 in serie B con 8 gol e 13 in A con un gol, in questa prima parte di stagione… e di tutte le reti realizzate quella al Brescia nello scontro diretto della scorsa stagione merita una menzione speciale perché mise le ali alla squadra.

E lui è un campione anche fuori dal campo dove si è fatto amare per il suo carattere, i suoi sorrisi e la sua bontà.

Il post su Instagram

E questa sera dal suo profilo Instagram ha voluto salutare tutti a modo suo, aprendo il cuore ad una piazza che lo ha amato e lo amerà per sempre:

A volte questo sport è spietato… non guarda in faccia a sentimenti o affetti .. sono stati due anni bellissimi anzi mi voglio sbilanciare i più belli della mia carriera fino ad oggi – scrive il Taba – non nascondo che ho pianto salutando i miei compagni ma certe volte nella vita ci sono situazioni più grandi di noi; purtroppo anche le avventure più belle prima o poi finiscono ma l’importante è quello che rimane, quello che lasci alla gente, quello che hai saputo trasmettere, quello che ricorderanno tutti ripensando a quella cavalcata fantastica! Ringrazio tutti i miei compagni di squadra e tutti i tifosi per l’affetto che mi avete dimostrato, mi sono arrivati non so quanti messaggi non riuscirò a leggerli tutti ma vi ringrazio davvero con tutto il cuore! – conclude Andrea – Ora inizia una nuova avventura e ringrazio il Frosinone calcio per la fiducia riposta in me e spero di ripagarla subito sul campo!”.

M.C.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*