Liverani: “Sarà un’altra battaglia e poi faremo i conti”

Fabio Liverani, allenatore del Lecce

LECCE – Ultima gara del girone di andata del campionato di serie A, il Lecce va a Parma dopo tre sconfitte consecutive.
Ne ha parlato mister Fabio Liverani dopo l’allenamento di rifinitura; prima però di addentrarsi nei tatticismi e nell’attualità calcistica ha voluto esprimere un pensiero forte e importante per il giovane Giovanni Custodero scomparso a causa di un male incurabile:

“Volevo mandare un pensiero alla famiglia di Giovanni che purtroppo ci ha lasciato, un pensiero di condoglianze ai suoi cari da parte mia e della squadra e credo dell’US Lecce e di tutti i tifosi del Lecce”.

Bleve, Calderoni, Farias, Majer, Shakhov e Tabanelli non figurano tra i convocati e sono veramente tante le assenze del Lecce che si prepara all’ennesima battaglia:

“Qualcuna non era preventivata fino a ieri, mi riferisco a Tabanelli e Farias che ha ennesimo problema muscolare evidenziato dalla risonanza anche se minimo un problema muscolare.
Tante le assenze ma abbiamo i convocati e una squadra per affrontare una gara dignitosa; chi c’è è pronto a dare il massimo, ci prepariamo ad un’altra battaglia poi vedremo e dopo questa partita tireremo le somme e vediamo cosa migliorare nel girone di ritorno sia come punti che come prestazioni altalenanti, e sappiamo che correranno tutti e dobbiamo iniziare a correre pure noi.
Calderoni ha provato ma la caviglia faceva ancora male, così come Majer. Bleve problema muscolare anche per lui anche se è di lieve entità. Più o meno siamo questi e dobbiamo fare di necessità virtù.
È normale che durante la partita diventa fondamentale gestire le energie perché non ci sono tante soluzioni per cambiare la partita”.

Di fronte ci sarà il Parma che ha una posizione di classifica importante con i suoi 25 punti ma per Liverani non è una sorpresa:

“Il fatto che il Parma sia considerato una sorpresa mi fa sorridere perché hanno fatto un mercato importante, è una squadra che sta facendo molto bene, allenata da un mister poco nominato ma che da tre anni sta lavorando con serenità, umiltà e grandi risultati”.

Viste le tante defezioni potrebbe esordire dal primo minuto Alessandro Deiola ultimo arrivo in casa giallorossa:

“Deiola dobbiamo essere convinti che è pronto: lo è sotto il punto di vista dell’entusiasmo e della condizione fisica, la conoscenza non è al massimo ma è un calciatore che è arrivato con grande entusiasmo e voglia”.

In attacco si ferma Farias ma rientra Lapadula anche se non è ancora al meglio della condizione:

“Dall’inizio no ma a partita in corso potrebbe giocare”.

Infine il mister si sofferma sulla condizione dei singoli:

“Marco Mancosu credo che abbia degli strascichi della scorsa stagione e quando un calciatore come lui non è al massimo ha difficoltà ma è un generoso, è il capitano della squadra, e cerca sempre di dare il massimo, per noi è sempre un valore aggiunto.
Babacar ha avuto un piccolo affaticamento proprio perché sta alzando il livello di prestazione ma è pronto e sta bene; Pippo si allena con continuità ed è disponibile, Meccariello è una valida alternativa agli altri due centrali ed ha recuperato”.

 

M.C.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*