Morì dopo l’incidente in tangenziale: due condanne

LECCE – Sono arrivate le condanne per il processo aperto dopo l’incidente avvenuto il  2 novembre del 2017 che causò la morte di Giovanna Buccoliero, 60enne di Lecce.

Un anno e sei mesi al conducente della vettura sulla quale viaggiava la vittima, un anno e sei mesi al conducente del tir con il quale avvenne l’impatto fatale. Il camion avrebbe tamponato la vettura che procedeva in retromarcia mentre viaggiava sulla tangenziale, nell’intento di prendere l’uscita per Gallipoli.

A bordo dell’auto vi erano le due donne, vicine di casa. A causa dell’impatto, la vettura si accartocciò. La signora seduta sul lato passeggero, Giovanna Buccoliero, 60 anni, originaria di Sava, nel Tarantino ma residente a Lecce, morì sul colpo, incastrata tra le lamiere. La donna alla guida, una 47enne leccese, rimase ferita e fu ricoverata nel reparto di rianimazione

Sul posto 118 e vigili del fuoco, oltre alla Polizia municipale per i rilievi. Terribile la scena che i soccorritori si trovarono di fronte: della Punto rimase intatta solo la parte anteriore. Le donne, avrebbero sbagliato a non imboccare lo svincolo giusto e, avrebbero innestato la retromarcia. Un’operazione risultata fatale. In quel momento, infatti, sopraggiunse il camion . Impossibile evitare l’impatto.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*