Ars Medendi: medici in festa tra tradizione e nuove sfide

LECCE-Non un passaggio di testimone, ma un tendersi la mano per continuare insieme. È questo il senso di Ars Medendi, l’evento organizzato dall’Ordine dei Medici di Lecce in un Teatro Apollo gremito. Una festa per celebrare i medici di oggi e di domani. Insigniti di una medaglia i professionisti che hanno compiuto i 50 anni dalla laurea. Accolti i nuovi iscritti all’Ordine. Il più anziano e il più giovane hanno recitato insieme il Giuramento di Ippocrate.

Un’occasione per celebrare insieme una tappa nella vita di un medico, in un momento estremamente delicato, in cui si fanno i conti con la mancanza di risorse. Uno stimolo a non mollare, e a far si che che la sanità salentina non sia seconda a nessuno. Una serata fortemente voluta dal presidente dell’Ordine Donato De Giorgi che ha visto uniti medici di tutte le generazioni,  con momenti di musica conclusa con l’esibizione di Olas, l’Orchestra Sinfonica di Lecce e del Salento.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*