17enne rapinato, ma era uno scherzo degli amici: denunciati tre minorenni

NARDO’ – Un 17enne di Nardò denuncia di essere stato rapinato nel centro storico da due individui incappucciati e armati, in realtà era vittima di uno scherzo.

I tre minorenni, autori del gesto, sono stati individuati in breve tempo dagli agenti del commissariato e hanno confessato quanto avevano architettato, rimediando una denuncia per rapina aggravata in concorso.

I fatti risalgono a sabato sera, quando il 17enne ha sporto denuncia, accompagnato dalla madre, nel commissariato di Nardò.

Il giovane ha raccontato di essere stato rapinato del portafogli, contenente 20 euro. In due, incappucciati e armati di pistola (rivelatasi poi giocattolo), lo avevano costretto a consegnarli il denaro. Poi l’anomalia: poco dopo la vittima, facendo ritorno con un amico nello stesso punto dove era avvenuta la rapina, aveva ritrovato gli stessi individui incappucciati che sostavano ancora lì. Dopo varie insistenze, il portafogli era tornato in suo possesso.

Dalle indagini è emerso come i due finti rapinatori e l’amico giunto in soccorso alla vittima, fossero in realtà complici di uno scherzo mirato a perpetrare la tradizione di beffarsi di qualcuno nel giorno dei SS.Innocenti martiri, che ricorreva proprio sabato scorso. Tuttavia di diverso avviso sono stati gli inquirenti che, d’intesa con la Procura presso il Tribunale per i Minorenni, hanno denunciato in stato di libertà i tre giovani per il reato di rapina aggravata in concorso.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*