Tabanelli un gol di testa e una dedica col cuore

Andrea Tabanelli, centrocampista del Lecce

LECCE – Andrea Tabanelli è il portafortuna del Lecce, con lui in campo non si perde, chissà se Liverani l’ha pensato prima di inserirlo nel secondo tempo di Lecce – Genoa, una gara che ormai sembrava nel sacco ligure.

E chissà cosa avrà pensato Liverani quando il buon Andrea ha preso l’ascensore per agguantare il pareggio.

Il centrocampista emiliano ha commentato in zona mista, ed ha dedicato il gol ad una bimba speciale che non c’è più: testa… e cuore.

“Sono contento per il gol, siamo riusciti a riprendere una partita che sembrava ormai andata e invece addirittura nel finale la potevamo vincere in superiorità numerica.

La dedica speciale ad una bimba ad una bimba che si chiama Mia, che non c’è più e mando un bacione alla sua famiglia.

Nel primo tempo? Una cosa che non riesco a spiegarmi, loro erano aggressivi e non riuscivamo a ripartire, come a Firìenze, e nel secondo tempo, proprio come Firenze abbiamo fatto meglio. Dobbiamo lavorare su questa cosa perché oggi ci è andata bene ma dobbiamo migliorare.

Una partita dai mille volti, godiamoci questo punto contro una diretta concorrente , la teniamo così a distanza ma non possiamo più regalare primi tempi.

Anche a Brescia giocheremo un altro scontro diretto, tanti ricordi belli dell’anno scorso ma ora bisogna pensare al presente e dobbiamo cercare di fare i 3 punti”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*